Blog

Quella indimenticabile serata al celebre Blue Note di New York con mio fratello.

Mio fratello: “Ragazzi, ho trovato su internet l’indirizzo del Blue Note , è in programma una serata con gli Spyro Gyra…grandiiiii! Su andiamo a prenotare.”
Arriviamo al locale e mio fratello vuole subito farsi una foto all’entrata con l’insegna bene in vista, quindi in tre iniziamo a fotografarlo..”…ma si vede bene l’insegna? no, non bene, rifatela..”, “ si, si, qui si vede bene…ma io sembro più grasso! no, no, rifare…” e via così.

Finalmente dopo una ventina di foto entriamo e prenotiamo, ma una volta usciti….via altre foto, finché mio fratello, soddisfatto, trova quella perfetta .. o quasi ( io penso “l’eterno indeciso come sempre! 🙄 ).

Arriva la fatidica serata, siamo in perfetto orario ed entriamo….figo,figo,figo siamo al Blue Note…. prendiamo posto in un tavolo con vista perfetta del palco…..figo,figo,figo si vede benissimo! 😀

Inizia il concerto, loro sono fantastici, soprattutto sorprendenti gli assolo dei musicisti (da farti saltare sulle sedie), eccitazione al massimo, ma mio fratello in silenzio, con il suo sorriso tipico stampato in faccia che esprime piena soddisfazione, come chi ha raggiunto il nirvana (oppure ha appena terminato un’ottima cena, annaffiata da vini raffinati…. cioè per lui il nirvana, appunto).

Finito il concerto, con le mani spellate per gli applausi, si decide di salire al bookshop per veder di comprare un cappellino con la scritta Blue Note “per mio figlio” dice mio fratello, in realtà so bene che lo vuole per lui!
Una volta saliti mi accorgo che sulla destra c’è il camerino degli artisti e loro sono là che bevono e parlano sulla porta.

Mio fratello rimane a debita distanza paralizzato, io, invece , mi avvicino, mi complimento per l’esibizione e loro,sorridenti, mi stringono cordialmente la mano chiedendomi da dove vengo (parlo malissimo inglese, mi scoprono subito), io rispondo che sono italiana e vengo da Venezia, “oh, beautiful Venezia!” ( si lo so che è sempre d’effetto)… e mio fratello sempre lì fermo, distante, con un timido sorisetto tra la voglia di unirsi al gruppetto e la timidezza.

Colpo di scena!

A quel punto io dico, orgogliosa, “ Quello è mio fratello, è un sassofonista!”

Ed ecco che mio fratello si scuote dal torpore, sul suo viso compare il tipico sorriso di soddisfazione,  la sua statura aumenta e si avvicina camminando sospeso a due centimetri dal pavimento….giubilo e gioia nello stringere le mani dei suoi idoli. E, figata finale, io (spudorata) chiedo di poter fare una fotografia con loro!

Il massimo!!!!!

Usciti dal locale guardiamo la foto e ci rendiamo conto che siamo venuti malissimo, quasi un po’ deformati, ma che importa, siamo felici!!!
Tornati a Venezia decido di non mettere la foto su FB perché siamo veramente poco riconoscibili (tipico comportamento femminile!). Però, pochi giorni dopo, me la ritrovo in FB: mio fratello non aveva resistito e l’aveva postata, descrivendo l’incontro come fosse stato una cosa normale e, soprattutto, non fosse avvenuto per opera mia.
Però, ora che lui non c’è più, sono contenta che abbia postato la foto, perché mi è ricomparsa in questi giorni ed ho potuto ricordare quel bel momento vissuto con lui.

Inoltre, ho potuto rivedere quel suo tipico e bel sorriso di piena soddisfazione. 😆

 

Post originale nella bacheca FB di mio fratello

Corrado Zanetti

27 marzo 2014 ·

DA SINISTRA IL SOTTOSCRITTO POI JAY BECKENSTEIN SASSOFONISTA DEGLI SPYRO GYRA, QUINDI SCOTT AMBUSH BASSISTA E PER FINIRE MIA SORELLA SILVIA — con Jay Beckenstein, Scott Ambush e Silvia Zanetti presso Blue Note New York.

Commenti

Silvia Zanetti sono irriconoscibile!!!!!!

Corrado Zanetti Il grandangolo trasforma tutti e la poca illuminazione con ombre orrende ci imbruttiscono

Rating: 1.0/1. From 2 votes.
Please wait...

5 Replies to “Quella indimenticabile serata al celebre Blue Note di New York con mio fratello.

    1. Grazie Gigi, ma non tutti riescono a vedere la bellezza…tu sì però e mi fa molto piacere. E mi fa anche piacere entrare in questo sito, dove puoi trovare la bellezza dietro ad ogni angolo e condividerla serenamente con altri.
      Ogni volta che entro in questo sito mi sembra di entrare in un tipico giardino cinese,dove regna la pace, l’armonia e la bellezza!
      Grazie al suo Admin ed ideatore…ancora una volta,grazie Gigi!

Lascia un commento