Blog

Le torte con o senza panna

Ogni tanto penso: come mai, pur sembrando una persona strana e imprevedibile, a volte emerge la mia “saggezza”?

Allora il ricordo incontra i miei genitori, perché io sono parte di loro, conservo i loro cromosomi.

Mio padre era stravagante, un po’ folle, temerario e sognatore, e mia madre lo rimproverava spesso per questa sua personalità.
Mia madre così previdente, corretta, saggia, era lei in fondo il pilastro della famiglia.
Però quando papà faceva ridere, beh  lui faceva ridere tutti… mamma compresa 😄, con quel suo humour alla “Totò “, con quel suo saper sdrammatizzare la vita e guardarla come una commedia a teatro.

Però questa “leggerezza” di papà era come la panna che ricopre certe torte: sopra c’è lo strato soffice ed etereo di panna, ma sotto c’è lo strato “sostanzioso” della torta, quello più consistente!

Ecco, papà era così , una torta alla panna! La sua stravaganza e follia altro non era che uno strato superficiale che poggiava, però, su un solido strato di “saggezza”.

E questa saggezza veniva fuori in situazioni particolari , in momenti di grande umanità e…. al momento giusto 😊

Non sempre mamma sapeva cogliere questa saggezza, ma io sì e ne rimanevo colpita. A volte erano lezioni di umanità ed altruismo, oserei dire, trasgressive, nel senso di poco convenzionali per il comune pensare. Ma io ci ho riflettuto spesso e quelle opinioni le ho fatte mie.

Mamma, invece, era una Sacher, una torta della nonna, sostanziosa e molto dolce, sulla quale ogni tanto si mette sì un po’ di panna.
Anche se poteva sembrare una donna debole, nelle situazioni più difficili era lei che prendeva le redini e guidava la baracca.
Dolcissima mamma 😊

E pensare che lei, che rimproverava sempre papà, era ghiotta della panna!😉

Rating: 1.0/1. From 1 vote.
Please wait...

2 Replies to “Le torte con o senza panna

Lascia un commento