Prosa

La volpe e l’uva – Esopo 2019

Una volpe affamata vide un grappolo d’uva, notoriamente il suo cibo preferito, appeso da chissà chi così in alto da non poter essere raggiunto.
A differenza dalle altre volpi, quella aveva un buon olfatto, sicché ne scovò subito un altro più accessibile, stranamente cresciuto su una vite che, contrariamente alla sua specie, cresceva bassa e curva.
Nonostante gli acini fossero ricoperti più da anticrittogamici che da buccia, si sforzò di mangiarlo ugualmente perché non si dicesse ancora che non sapeva affrontare le sfide.
Le venne mal di pancia con cagarella e vomito e, a chi le chiedeva, rispondeva garrula: “Meno male che non sono orgogliosa e avevo messo qualcosa nello stomaco.”

Rating: 1.0/1. From 1 vote.
Please wait...
Gigi Todesca
Sono umano, ma sono anche un sasso, il vento, le piante, gli animali e tante cose che ancora non so.

2 Replies to “La volpe e l’uva – Esopo 2019

Lascia un commento