Blog

La manifestazione

Non bisogna cedere, questa volta NO!

Bisogna fargliela vedere; è ora di finirla con i soprusi!

Via, TUTTI in piazza! Ma siiiii! Appuntamento domani mattina con bandiere e striscioni!

Tutti? Ma tutti chiiiii? 😯

Mi guardo intorno: sempre gli stessi, sempre più vecchi, sempre più bianchi, anche se il guizzo nell’occhio è ancora vivo.

Lo striscione pesa e la bandiera cede.

Affaticati dalla marcia e dai precedenti girotondi; non c’è più la voce per gridare e per cantare.

Ma i giovani dove sono????

A lavoraree!?!?!? Ma non hanno capito un cavolo??? 😡 

E’ una vita che manifestiamo in piazza per la conquista di diritti dei quali i nostri figli possano godere e loro vanno a lavorare il giorno dello sciopero generale perché hanno paura che il direttore li guardi male?!?!

Eh no, in realtà il direttore li licenzia; i nostri figli non possono scioperare perché per loro lo sciopero non è più un diritto e poi certi nemmeno ce l’hanno un lavoro.

E io qui, con i piedi gonfi, mi guardo intorno, sorrido e penso che sì, spetta ancora a noi, pensionati e studenti, manifestare in piazza per la tutela e rivendicazione dei diritti, per la denuncia di ingiustizie e il rifiuto di ogni forma di violenza e sopraffazione.

Però, gli striscioni la prossima volta lasciamoli agli studenti eh? E le bandiere…. facciamole più leggere!!!! 😉

Rating: 1.0/1. From 1 vote.
Please wait...

2 Replies to “La manifestazione

  1. Bello scritto Silvia, fresco e interessante la tua analisi della situazione.
    Ci hanno provato in tanti, sai, a contrastare le imposizioni dei potenti, anche un certo Cristo. Molti, come lui, hanno dato la loro stessa vita, eppure guarda dove siamo dopo migliaia d’anni di “civiltà” e “cultura”.
    Purtroppo pare che il potere sugli altri inibisca chimicamente le capacità empatiche dell’individuo, il che significa che chiunque ci arrivi, anche con buoni propositi, è destinato a fallire.
    Dovremmo allora rinunciare a lottare per un mondo umano?
    No, questo mai, e io ho la soluzione:
    iniezione periodica obbligatoria dell’antidoto a tutti i politici e, a chi si rifiuta, iniezione forzata.
    Niente striscioni, né pesanti né leggeri, ognuno di noi girerà munito di siringa e zac di qua e zac di là, non prima di esserci immunizzati noi stessi.
    Scusa ma ora devo farmi il richiamo, a presto.

    1. Ma così non possiamo più scendere in piazza a fare i girotondi?🥺🥺🥺
      Scherzo 😂
      Sì, sono d’accordo ci vorrebbe un antidoto, ma per ora non esiste e allora bisogna continuare a controllare il potere, in modo civile e legale naturalmente, ma senza abbassare la guardia. Anche se ormai è arrivata alle ginocchia credo 😢
      Grazie Gigi, come al solito sai farci riflettere e questo è un modo per …. non abbassare la guardia! 😊

Lascia un commento